Tag Archives: certificazione

Davvero la posa in opera di un infisso è fondamentale per la sua efficienza?

installazione finestre ed efficienza pavanello serramenti

Hai appena cambiato gli infissi e sei soddisfatto della tua scelta.

Sei pronto a goderti il nuovo panorama dalle tue finestre.

Ma una volta installati, ti accorgi che c’è qualcosa che non va.

Senti gli stessi rumori delle auto provenienti dall’esterno e oltre a questi anche quei fastidiosi spifferi di freddo che ti facevano raggelare in inverno.

Case in legno? Da oggi è possibile certificarle!

E’ stato calcolato che costruire un edificio di tre piani in legno equivale ad eliminare la quantità di anidride carbonica emessa da 60 autovetture. Questa però è solo una delle ragioni per cui oggi il mercato delle case in legno cresce rapidamente, raggiungendo percentuali impensabili sino a qualche anno fa.

Una significativa espansione che oggi ha bisogno di essere regolamentata, allo scopo di garantire la qualità degli edifici sotto il profilo dell’affidabilità, della durata e dell’efficienza energetica. Ed è proprio a questo proposito che è stato ideato il progetto ARCA, primo esempio in Italia di certificazione ideata per l’edilizia in legno.

ARCA (acronimo di Architettura Comfort Ambiente) rappresenta un modello di certificazione trasparente, efficiente ed efficace che intende garantire edifici innovativi e tecnologicamente evoluti, in grado di rispondere alle esigenze di un mercato forte crescita.

Tutto nasce nel 2009, con il Progetto Case Legno Trentino, che aveva lo scopo di valorizzare e promuovere la filiera degli edifici in legno. La Giunta provinciale trentina diede successivamente l’incarico ad Habitech, tramite Trentino Sviluppo, di elaborare un sistema di certificazione  alla cui base vi è il Regolamento tecnico di ARCA.

Oggi Odatech (organismo di abilitazione e certificazione di Habitech) gestisce la certificazione e la formazione del progetto ARCA, con il compito di svolgere attività di accreditamento degli esperti, certificazione di prodotti ed edifici, mantenimento e rinnovo delle aziende che intendono certificarsi.

Con i suoi quattro livelli di certificazione previsti (verde, argento, oro e platino), ARCA è rivolto a costruttori, produttori di componenti quali serramenti, scale e tetti, progettisti e utenti finali.

Pensate possa fare al caso vostro?

Approvato il disegno di legge sul “Sistema Casa Qualità”

La Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità la proposta di legge che istituisce il “Sistema casa qualità”, un meccanismo di valutazione e certificazione degli immobili.

La normativa, indirizzata soprattutto alla progettazione e realizzazione di edifici residenziali di nuova costruzione, istituisce una serie di parametri che valutano la sostenibilità ambientale dei manufatti edilizi.
Questi saranno utilizzati da Stato e Regioni per il riconoscimento di agevolazioni fiscali e contributi diretti alle aziende del settore.

Oltre alle nuove costruzioni il sistema si applica agli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, nonché di ristrutturazione e ampliamento degli edifici residenziali, nel caso tale ampliamento risulti superiore al 20 per cento dell’intero edificio in termini di volumetria. Le norme saranno applicate su base volontaria e coesisteranno a fianco degli altri strumenti di certificazione.

Quando entrerà in vigore il Sistema?
Nel caso passassero l’esame al Senato, le norme saranno pienamente operative entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge, dopo l’approvazione, da parte del Ministero dell’Ambiente, di un decreto che stabilirà requisiti minimi di prestazione energetica, metodi di calcolo e accreditamento dei soggetti abilitati.

La proposta di legge non prevede stanziamenti, ma ciascuna Regione, Provincia e Comune potranno disporre incentivi finanziari e premi per coloro che intendono aderire al sistema. Potranno inoltre promuovere l’adesione volontaria da parte dei proprietari degli edifici e delle giovani coppie che intendono costruire o ristrutturare l’unità immobiliare da adibire a prima abitazione.

I Comuni, infine, avranno la possibilità di stabilire vincoli di edificabilità nei propri piani regolatori vincolandoli al rispetto della certificazione di qualità introdotta dalla nuova normativa.

Cosa ne pensate?

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
> Desidero essere contattato