Tag Archives: isolamento acustico

Vetrocamera: tutto quello che devi sapere

vetrocamera serramenti pavanello

Un serramento è composto dall’85% in vetro.

Proprio i vetri, la superficie più ampia di una finestra, sono l’elemento che incide di più sull’isolamento termico e acustico di un infisso. È quindi fondamentale scegliere l’infisso con il vetro più adatto alle nostre esigenze (nel caso volessimo maggiore isolamento acustico, più efficienza energetica o isolamento termico).

 

Isolamento acustico: quanto incidono gli infissi?

isolamento-acustico-finestre

Stanco di non riuscire a dormire sonni tranquilli per il troppo rumore esterno? Vivi in città e il continuo traffico ti tormenta? Forse non sapevi che l’installazione di un buon infisso può influire per l’80% sull’isolamento acustico.

Bollate, un anno di efficienza

La casa passiva di Bollate compie un anno di vita e festeggia i suoi successi. Concepita da BLM Domus, l’abitazione rispetta i canoni del Passivhaus tedesco, adattandosi, però, alle caratteristiche climatiche della zona mediterranea. L’edificio è in grado di sfruttare il calore proveniente dall’uso degli elettrodomestici, dalla presenza delle persone in casa e dai raggi del sole.

Rispetto al piano iniziale è stata eliminata tutta l’impiantistica superflua. Lo standard Passivhaus nasce in Germania, dove le temperature sono più rigide, ma è stato brillantemente adattato al clima del territorio italiano. È stato eliminato il sistema radiante a pavimento poiché, sia per il riscaldamento dell’edificio per quanto riguarda i mesi invernali che il raffrescamento nel periodo estivo, è sufficiente la  pompa di calore aria-acqua, il sistema di ventilazione meccanica nascosto nei controsoffitti e l’impianto fotovoltaico.

La struttura portante a telaio in abete lamellare e altre caratteristiche come il cappotto in fibra in legno, i serramenti e le schermature solari assicurano l’isolamento termico della casa garantendo un notevole risparmio energetico. Il comfort, inoltre, è dovuto anche dall’isolamento acustico dell’abitazione grazie al fatto che i telai sono appoggiati su dissipatori acustici.

La casa di Bollate, dotata di una speciale stazione meteo, è in grado di monitorare i livelli di temperatura, umidità, qualità dell’aria, CO2 e inquinamento acustico. Questo sistema consente di tenere sotto controllo in tempo reale l’abitazione e intervenire subito in caso di qualsiasi anomalia. Per esempio, nel mese di giugno, la stazione ha allertato i coinquilini a causa della temperatura troppo alta e dell’incremento del livello di CO2, ma è stato sufficiente modificare l’uso delle schermature solari e la ventilazione notturna per riportare tutto alla normalità.

L’edificio di legno più alto del mondo!


Se in Finlandia si arriva al massimo a tre piani e in Austria cinque, attualmente in Europa non vige nessuna normativa che permetta la costruzione di edifici in legno così alti. Ma lo Stadthaus, edificato in nove settimane nel quartiere di Hackney, nell’East End londinese, ha superato questo record estendendosi in altezza per ben nove piani.

Realizzato interamente in legno (scale e ascensori inclusi), è composto da ventinove appartamenti. Lo studio di architettura Waugh Thistleton Architects che ha realizzato il progetto, nell’intento di introdurre il legno strutturale all’interno degli standard costruttivi inglesi, ha organizzato la struttura come un enorme alveare in cui ogni muro è portante. Ciò ha permesso di ridurre il 50% dei muri, senza compromettere l’integrità strutturale dell’edificio.

Come è stata realizzata concretamente la costruzione? Per la parte strutturale sono stati utilizzati pannelli laminati di abete bianco a fibre incrociate autoportanti, realizzati dallo studio austriaco KLH. Pannelli che sono stati successivamente rivestiti da altri cinquemila pannelli antipioggia composti da legno di scarto per il 70% e saldati tra loro da elementi in alluminio invisibili esternamente. I pannelli realizzati dallo studio KLH sono risultati fondamentali per il livello di isolamento acustico: la loro particolare configurazione a strati incrociati ha una densità significativamente più alta rispetto agli edifici tradizionali edificati in legno.

L’edificio si rivela infine un agente efficace nella battaglia contro l’inquinamento urbano: una delle caratteristiche principali del legno è la possibilità di assorbire il carbonio presente nell’aria. Alcuni calcoli hanno rivelato che i nove piani dello Stadthaus riusciranno ad assorbirne sino a 181 tonnellate.

Voi che ne pensate? Si tratta di un record da superare quanto prima?

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
> Desidero essere contattato