Tag Archives: sostenibilità

2 consigli pratici per diminuire drasticamente l’inquinamento di casa tua

inquinamento domestico e finestre in legno Pavanello Serramenti

I polmoni degli italiani respirano continuamente aria contaminata.

E gran parte dell’inquinamento che sta peggiorando la nostra salute è viene prodotto proprio nel nostro paese.

5 ragioni per scegliere un serramento in legno

vantaggi finestre in legno pavanello serramenti

Anche se oggi il mercato dei serramenti offre numerose alternative, il materiale scelto più frequentemente resta sempre lo stesso.

Di quale stiamo parlando?

Bioarchitettura: i luoghi comuni smentiti da Lance Hosey

Il green è di certo una tendenza che si sta espandendo in modo esponenziale negli ultimi anni, anche nel mondo dell’architettura.

I vantaggi dei materiali sostenibili sono molteplici ma le costruzioni ecofriendly sono ancora molto poche, si pensi ad esempio che solo l’1% degli edifici negli USA sono stati certificati Leed (lo standard per eccellenza per l’attestazione di sostenibilità), ma per quale motivo?

Camminare sull’arcobaleno: ecco i pavimenti in legno refraction

L’artista danese Pernille Snedcker Hansen ha ideato un nuovo modo di dare colore alla casa, ideale per chi non vuole cadere nella monotonia ma essere originale.

Il suo studio coniuga culture diverse, lavorando il legno attraverso l’antica tecnica giapponese della marmorizzazione e usando il pino per i rivestimenti, tipico della tradizione scandinava.

La designer danese lavora ogni singolo listello di legno, fino ad ottenere l’effetto cromatico desiderato; è necessario un contenitore pieno d’acqua e una sostanza oleosa che consenta la dilatazione della goccia di colore. Posando un foglio di legno sulla superficie d’acqua il disegno viene quindi trasferito su di esso.

maxresdefault

Il risultato ricorda la rifrazione della luce attraverso un prisma, una rappresentazione unica e vivace caratterizzata da venature e onde concentriche che riprendono le naturali venature del legno.

Il legno inoltre è il materiale naturale per eccellenza, utilizzato nel campo dell’architettura e dell’edilizia sempre più frequentemente grazie alle sue caratteristiche di eco sostenibilità, flessibilità e facilità di lavorazione per creare progetti e strutture associando bellezza estetica, eleganza formale e rispetto per l’ambiente.

Biennalen 2011 - fernisering 4

L’obiettivo di Pernille Snedker Hansen è quello di emozionare attraverso una semplice pianta di pino e rivisitare ogni interno in chiave moderna ma allo stesso tempo naturale, rendendolo unico e speciale.

Potete provare a personalizzare la vostra casa in modo innovativo e green utilizzando il legno non solo per il parquet, ma partendo dai serramenti. Date un’occhiata al nostro showroom, troverete ciò che fa al caso vostro!

Timber Town: legno e verde per il nuovo ecoquartiere svedese

Lo studio scandinavo Møller, in collaborazione con Slättö Förvaltning, è stato il vincitore del concorso di sostenibilità ambientale indetto dal comune di Örebro, in Svezia, con l’avveniristico progetto denominato Timber Town.

Ecco i mattoni intelligenti per una casa più green

Immaginate dei mattoni che siano in grado di generare elettricità, di depurare le acque reflue, di recuperare fosfato ed essere utilizzati per creare materiali per nuovi detergenti. Tutto ciò non è fantascienza ma è realtà grazie ad una ricerca coordinata dalla professoressa di Architettura Sperimentale della Newcastle University, finanziato dal programma di innovazione e ricerca “Horizon 2020” dell’Unione Europea.

Northcote Solar Home: la casa autonoma ed ecosostenibile firmata Green Sheep Collective

Se le cose sono progettate bene, resistono a lungo; tu ti senti a tuo agio e riesci a sviluppare una bella relazione con l’esterno”, dice Parker McCashen a proposito del nuovo progetto di Green Sheep Collective nella città australiana di Northcote.

La Northcote Solar Home risponde al bisogno di una casa che sia confortabile, ecosostenibile e quasi del tutto autonoma combinando alti livelli di design sostenibile con numerose finiture contemporanee.

L’abitazione riesce a coprire in modo autosufficiente la maggior parte del suo consumo energetico per quanto riguarda riscaldamento e raffrescamento dell’ambiente.

green+sheep+collective+clerestory+celestial+windows+sustainable+architecture+northcote

Sostenibilità e design

Il team della Green Sheep Collective, guidato da Shae Parker McCashen insieme al disegnatore Arli Orford e l’architetto Sam Gardiner, è riuscito a incorporare nel progetto un sistema di riscaldamento solare passivo e numerosi principi di sustainable design per garantire l’autonomia di questa splendida casa famigliare.

All’interno dell’abitacolo lo spazio è scandito dall’alternarsi di grandi finestre scorrevoli e di vetrate verticali che con il loro spostamento conferiscono flessibilità agli ambienti.

Un tetto in lamiere ondulate e doppio vetro provvede a fornire luce e ventilazione naturale cosicché sia la zona giorno sia le camere riescano a godere di luce giornaliera per un consistente lasso di tempo.

green+sheep+collective+natural+ventilation+sustainable+architect+melbourne+north+facing+living

Esterior e interior design ai massimi livelli

L’obbiettivo con cui è stata concepita la Northcote Solar Home è quello di far vivere al cliente, attraverso l’uso di soluzioni di interior ed esterior design sostenibili, un’esperienza unica e irripetibile.

Come sottolinea Parker McCashen, capo della Green Sheep Collective, progettare cose che resistano nel tempo è fondamentale.
Pavanello Serramenti si impegna affinché i tuoi serramenti funzionino sempre perfettamente: sperimenta di persona della qualità dei nostri prodotti.

Le 5 regole per rendere il tuo ufficio più green

In ufficio passiamo oltre 8 ore al giorno, 250 giorni all’anno per un totale di 2000 ore ogni anno.

Passereste ore in un posto dove la qualità dell’ambiente non è per nulla presa in considerazione, anzi, è messa decisamente in secondo piano (se non ultimo)?

Questa purtroppo è la condizione di quasi tutti gli uffici e ambienti lavorativi della società moderna: locali semplici, spartani a volte, votati solamente alla produttività e all’efficienza. Ma c’è un tipo di efficienza che non viene mai tenuta in considerazione, un fattore che se sfruttato bene può aumentare notevolmente la produttività.

Parliamo della qualità dell’ambiente. Sale insalubri, poco ricambio d’aria (se non addirittura assente), concetto di ergonomia inesistente, gestione scorretta dei rifiuti, consumo di carta sconsiderato e attrezzature inefficienti: questa è la condizione dei moderni posti di lavoro. Ma c’è una via d’uscita.

Ognuno di noi infatti, nel proprio piccolo, può contribuire a rendere un po’ più green il proprio ufficio. È semplice, basta seguire queste semplici regole!

1 Stampante? Abolita!

Il problema della carta è uno dei principali fattori che remano contro la sostenibilità dell’ecosistema ufficio. Non solo spreco di carta, ma anche spreco di risorse da parte dell’azienda. Senza contare poi lo smaltimento della carta. Utilizza di meno la stampante: siamo nel 2016 e con sforzi economici minimi si può facilmente passare dalla carta al digitale. In modo totale.

2 Come raggiungi il tuo posto di lavoro?

I mezzi di trasporto sono una piaga per l’ambiente: spesso, anche se in realtà non c’è una necessità impellente, siamo portati ad utilizzare la macchina quando invece potremmo andare a lavoro in bici, con i mezzi pubblici o a piedi. In questo modo non salveremo soltanto l’ambiente, ma potremo anche bruciare un po’ di calorie!

3 Differenzia per differenziarti!

Fai la raccolta differenziata? Basterà avere diversi cestini e prestare più attenzione a cosa buttiamo. Un gesto semplice che farà la differenza!

4 Piantala!

Porta qualche pianta in ufficio: ciò migliorerà notevolmente la qualità interna dell’aria e si potrà anche abbassare la concentrazione di formaldeide, di VOC e la presenza di cattivi odori.

5 Lavora da casa

Hai mai sentito parlare di telelavoro? Si tratta di svolgere tutte le attività che normalmente fai in ufficio a casa. Secondo recenti ricerche, lavorare in un posto che sentiamo come “nostro” contribuisce a prestare più attenzione all’ambiente e a ridurre gli sprechi. In più contribuirai a limitare le emissioni legate ai mezzi di trasporto e riuscirai ad abbassare del 20% la tua impronta di carbonio.

6 Più aria, più idee!

Ricambia spesso l’aria in ufficio: far circolare l’aria contribuisce a rendere l’ambiente più sano e combatte la presenza di germi e aria viziata. Diversi studi hanno dimostrato come l’aria esterna, anche se piena di smog, è comunque più sana di quella che ristagna all’interno. E noi, di finestre, ne sappiamo qualcosa!

È un hotel l’edificio più green della Danimarca

Ogni anno, in Danimarca, le principali realtà del settore edile assieme alle più importanti testate del settore (come Magasinet Byggeri, BygTek e Mester e Svend) si riuniscono per decretare il vincitore del premio “Edificio commerciale dell’anno”, uno dei riconoscimenti più prestigiosi che vengono assegnati nel paese.

Obiettivo del premio è quello di riconoscere gli edifici e i progetti che più si sono distinti per l’uso dei materiali, delle procedure e delle best practice nell’ambito di una progettazione green e sostenibile.

L’edificio che si è aggiudicato il premio 2015 è stato il “Green Solution House”: si tratta di un hotel con annesso centro congressi totalmente innovativo e completamente green.  L’hotel è frutto di un grande lavoro di ristrutturazione condotto dal Gruppo Velux sulla base del vecchio “Hotel Ryttergården”.

Situato nella città di Ronne, il più grande centro abitato dell’isola di Bornholm (Mar Baltico), l’edificio è un chiaro esempio di progettazione attiva. Infatti,  l’hotel è dotato di soluzioni d’avanguardia, che introducono l’innovativo concetto di sostenibilità circolare. Questo approccio prevede l’utilizzo di diverse strategie e metodi costruttivi, che permettono di conciliare perfettamente le esigenze costruttive con l’ambiente circostante attraverso un utilizzo efficace e green delle risorse.

Il progetto segue l’approccio “Cradle to cradle”, ovvero da “Culla a culla”: in sostanza si tratta di inserirsi in modo non invasivo ma costruttivo nell’ambiente circostante. In questo modo è possibile preservare e valorizzare allo stesso tempo l’ecosistema locale, senza stravolgerlo , bensì utilizzandolo a proprio vantaggio. Ciò ha permesso all’Hotel di ricevere anche la certificazione del German Sustainable Building Council (DGNB).

Questo progetto fa parte di un più ampio programma di riqualificazione dell’intera isola di Bornholm. Il Gruppo Velux, che ha condotto i lavori di ristrutturazione dell’ex hotel è parte attiva in questo progetto che ha come obiettivo quello di rendere entro il 2025 l’intera isola energeticamente autosufficiente, creando così la cosiddetta “isola del sole”.

Rendere sostenibile un edificio è un procedimento complesso che prevede tecniche, processi e materiali specifici. Tuttavia, la completa efficienza energetica si acquista pian piano anche attraverso piccoli accorgimenti: avresti mai pensato che gli infissi possono costituire un fattore determinante al fine di rendere un edificio davvero green?

Una foresta in ufficio? Siamo in Estonia!

Immaginate un vecchio ufficio sovietico, tetro, cupo, oscuro e inospitale nella lontana Tallinn, in Estonia. Poi immaginate Lenne, una ditta di abbigliamento per bambini che fa del gioco e della spensieratezza i suoi punti forti. Quindi pensate di combinare queste due realtà: impossibile vero? In effetti, rendere un ufficio dell’era sovietica adatto a ospitare una ditta che crea prodotti per bambini sembra essere una sfida irraggiungibile.

Poi è arrivato lo studio KAMP Arhitektid ed è riuscito a modificare un posto inospitale in una vera e propria stanza dei giochi per Lenne. L’azienda di abbigliamento aveva richiesto degli uffici semplici, divertenti e colorati: che rispecchino le linee generali della ditta. Uno spazio rilassante, simpatico, moderno, verde.

KAMP ha creato porte, uffici, aree tutte da scoprire su uno spazio multilivello; maniglie che ricordano l’infanzia, lampade di 3 metri che rimandano i viaggi di “Alice in Wonderland”: insomma entrando negli spazi ideati da KAMP Arhitektid per Lenne vi sembrerà di ritornare tutto d’un tratto bambini.

Ma proprio sul verde ci vogliamo soffermare: già, perché oltre ad aver ideato una stanza da giochi per adulti, KAMP è riuscita a creare una vera e propria foresta all’interno degli uffici. Alberi alti 5 metri, tronchi di vero legno e foliage artificiale danno la reale illusione di entrare in un bosco magico, a prescindere che all’esterno sia inverno, estate o autunno.

Gli architetti di KAMP hanno dichiarato: “Volevamo creare uno spazio che facesse sentire come in una foresta, in estate, indipendentemente dal clima e dalla temperatura esterna”. Attualmente gli alberi hanno iniziato a far crescere i rami, subito dopo l’installazione degli stessi nell’edificio.

Straordinario vero? KAMP ha reso proprio il concetto di green e lo ha portato alla massima potenza: il legno resta il materiale principe per l’architettura green, il più utilizzato e il più efficiente. Ne vuoi sapere di più?

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
> Desidero essere contattato