<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=121856988253632&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

   19/07/2019      Prezzi & Detrazioni

>  Cambiare infissi: detrazioni e bonus di cui beneficiare

Cambiare infissi: detrazioni e bonus di cui beneficiare

Effettuare interventi di ristrutturazione o manutenzione sulla propria casa comportano delle spese talvolta difficili da sostenere. Tuttavia negli ultimi anni i lavori di modifica edilizia, soprattutto legati ai serramenti, sono stati facilitati dal Bonus Infissi e dall'Ecobonus.

 

Il 2019 ha portato conferme e novità sulle detrazioni destinate al settore (di cui avevamo già scritto in quest'altro articolo), che hanno reso ancora più semplice progettare la sostituzione dei propri infissi.

Andiamo a scoprire quali sono e come poterne usufruire insieme.

 

Bonus infissi: cos'è e quando è possibile usufruirne

Anche per tutto il 2019 è possibile cambiare gli infissi servendosi delle detrazioni previste dall'apposito Bonus, che prevede un rientro del 50% sulla spesa complessiva.

Per ricevere le detrazioni, è necessario realizzare interventi che volti a migliorare l’isolamento termico e l’efficienza energetica di porte e finestre (effettuati come semplice sostituzione o nell‘ambito di una ristrutturazione più ampia).

Le stesse detrazioni possono anche essere sfruttate per installare nel tuo giardino o nel tuo terrazzo una bella pergola bioclimatica, da usare come sistema ombreggiante per riparare dalla luce solare diretta una finestra esistente.

Le detrazioni per cambiare gli infissi, possono legarsi sia al Bonus per le ristrutturazioni che all'Ecobonus 2019: anche in questo caso le detrazioni saranno pari al 50% della spesa complessiva. La soglia massima del Bonus ristrutturazioni è di 96.000 €, quella dell'Ecobonus invece è di 60.000 €, trattandosi di interventi legati alla ristrutturazione piuttosto che all'installazione di nuovi elementi (fattore da considerare ai fini della richiesta).

 

Non solo detrazioni... ecco lo sconto in fattura

Oltre alle detrazioni appena viste, con il Decreto Crescita (Dl 34/2019) è stato introdotto anche la possibilità per il privato di richiedere al fornitore lo sconto in fattura. In questo modo è possibile ottenere subito all'atto di acquisto uno sconto fino al 50% sul prezzo complessivo dell'intervento di installazione.

Lo sconto immediato per il cliente si traduce in un credito d'imposta che il fornitore potrà vantare nei confronti dello Stato.

Per poter beneficiare di questa opportunità però è necessario:

  1. che l'intervento da realizzare sia volto a migliorare l'efficienza energetica dell'abitazione,
  2. che il fornitore accetti la richiesta dello sconto in fattura da parte del cliente.

 

Modelli e tempi per richiedere le detrazioni

Per cambiare gli infissi e beneficiare delle detrazioni, è necessario effettuare i pagamenti con bonifico bancario o postale, evidenziando la causale (legge 296/06 e successive modifiche), il codice fiscale di chi riceverà la detrazione e il codice fiscale o la P.IVA dell'azienda a cui ci si rivolge.

Va inoltre inviata tramite raccomandata A.R. La dichiarazione di inizio lavori all'ASL di riferimento.

Successivamente, per ricevere il Bonus infissi come agevolazione dell'Ecobonus, sarà necessario compilare una richiesta ENEA entro 90 giorni dalla data di conclusione dei lavori di installazione dei nuovi serramenti, collegandosi al sito Finanziaria Enea.

Tutta la documentazione andrà conservata per almeno 10 anni, perché la detrazione verrà suddivisa in 10 pagamenti di pari importo che avverranno in seguito alla dichiarazione dei redditi.

 

I beneficiari e i casi particolari

Potranno cambiare infissi e ricevere le detrazioni previste tutti coloro che vantano un diritto di godimento su un immobile sia esso usufrutto, abitazione, uso o superficie, quindi:

  • proprietari e nudi proprietari
  • affittuari e comodatari
  • familiari conviventi con le precedenti categorie.

La legge, inoltre, prevede la regolamentazione di alcuni casi particolari, ad esempio:

  • qualora un proprietario vendesse l'immobile con Bonus ancora attivo, questo passerebbe al nuovo proprietario
  • in caso di decesso del proprietario, le detrazioni passerebbero all'erede solo se lui vivesse all'interno dell'immobile stesso.

Cambiare gli infissi grazie alle detrazioni oggi è davvero vantaggioso e permette di risparmiare sia sui lavori di ristrutturazione sia in seguito, grazie alla scelta di soluzioni e materiali che permettono di contenere i consumi e i relativi costi.

 

Per approfondire il tema scarica il nostro listino prezzi, dove troverai anche le detrazioni e i regimi fiscali applicabili ai vari tipo di intervento.

Scarica il listino prezzi finestre

Laura Pavanello

Scritto da: Laura Pavanello

Da sempre nell’Azienda familiare, ha contribuito attivamente all’evoluzione della stessa, specializzandosi in tutti gli aspetti legati alla gestione amministrativa e finanziaria d’azienda, con particolare attenzione alla tenuta dei “bilanci societari”. I suoi punti di forza sono una spiccata dedizione al lavoro che, unita ad un grande rispetto delle regole e delle persone, le hanno permesso di sperimentare concretamente il lavoro per obiettivi.

Trova la pergola adatta ai tuoi spazi e scopri il prezzo

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG