<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=121856988253632&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

    Infissi casa al mare: qualità e design per valorizzare il paesaggio

    Infissi-casa-al-mare--qualità-e-design-per-valorizzare-il-paesaggio

    Tra i molteplici fattori da valutare quando si deve scegliere un serramento senza dubbio la prima cosa da considerare è dove va posizionato: citta, montagna, mare? Vi sono infatti situazioni particolari il cui contesto richiede ai serramenti delle caratteristiche specifiche affinché siano resistenti e durevoli nel tempo.

    Una di queste è rappresentata dal mare. Una casa al mare, incastonata tra acqua e cielo come parte del paesaggio naturale, non va certamente mortificata con elementi e finiture ordinarie. È importante infatti rispettare le linee e gli spazi naturali, come un continuum tra natura e architettura, sia nei volumi che nei materiali. Casa e paesaggio devono parlare la stessa lingua così da realizzare una reale connessione con l’ambiente circostante. Tuttavia è estremamente importante considerare anche che salsedine, sole e umidità sono fattori che devono avere un peso incisivo nella scelta degli infissi. La parola d’ordine per non sbagliare è qualità e design, sia per valorizzare il paesaggio che per avere il massimo dell’efficienza.

    A fronte del fascino suggestivo e degli scenari che solo il mare sa regalare, si tratta di un ambiente che si contraddistingue anche per determinate caratteristiche che possono rendere particolarmente difficili le scelte dei materiali, soprattutto per quanto concerne gli infissi.

    Indice degli argomenti:

    Infissi casa al mare: criticità

    Quali infissi scegliere?

    Villa a Cipro

    Conclusioni

     

     

    Infissi casa al mare: criticità

    Nella scelta degli infissi di una casa al mare, il primo elemento da tenere in considerazione è la salsedine, il cui effetto corrosivo può minare sia la resistenza che la capacità isolante degli infissi. Si tratta di un fenomeno fisico che si trova nell’aria di mare sotto forma di cloruro di sodio e che con il tempo danneggia le superfici. A questa vanno aggiunti altri fattori, come il sole, il vento e l’umidità, propri del paesaggio marittimo. Il rischio di un infisso non adatto è di vederlo deteriorarsi in poco tempo con perdite sia di comfort abitativo che energetiche. Qual è quindi il primo consiglio da seguire? Puntare su materiali di qualità che non solo sapranno resistere agli attacchi di questi elementi, ma riusciranno a inserirsi nel contesto in piena armonia con l’ambiente.

    villa-a-cipro

     

     

    Quali infissi scegliere?

    Mai come in questo caso la scelta dei materiali è fondamentale, che devono essere pregevoli per assicurare la maggior durata nel tempo. Il materiale che in questo caso rappresenta la scelta migliore è senz’altro il legno, a patto però di optare per essenze di pregio, come il mogano, e tinte come il noce scuro. Una soluzione, questa, non solo straordinariamente bella da vedere, ecologica e sostenibile, ma capace di offrire le migliori prestazioni. Il legno, per sua natura, è infatti un ottimo materiale isolante, possiede una buona resistenza meccanica e ha elevate doti di resistenza agli agenti atmosferici.

    Oltre agli aspetti pratici e funzionali, non vanno dimenticati quelli di design: il legno è in grado di coniugare efficienza ed estetica apportando soprattutto in un contesto come quello di mare un valore aggiunto, grazie proprio alla sua essenza di materiale naturale. I serramenti si pongono così come elemento di un dialogo che si fa anche visivo tra mare e casa, fondendo spazi e linee, pieni e vuoti, lasciando che tra i due non vi siano confini netti, ma l’uno sfoci nell’altro come sua naturale prosecuzione.

    Anche la ferramenta non va sottovalutata, e nel caso specifico deve essere tricoat, ossia sottoposta a un trattamento anticorrosione per non ritrovarsi dopo pochi anni a dover fare i conti con una ferramenta ossidata e con dei punti di ruggine.

     

     

    Villa a Cipro

    Abbiamo partecipato con estremo piacere al progetto internazionale per Villa Elea, a Cipro: un resort per vacanze da sogno sul Mediterraneo che ha costituito una sfida entusiasmante con i suoi 78 serramenti. Fieri di rappresentare l’eccellenza del made in Italy, ci siamo trovati dinanzi a un edificio la cui architettura trasmette in ogni dettaglio un senso di esclusività ai suoi ospiti. Essendo una villa sul mare, le esigenze del cliente erano chiaramente quelle di avere serramenti capaci di rispondere in maniera ottimale alle criticità tipiche del contesto: salsedine, vento, esposizione al sole, umidità.

    I desideri del direttore di Villa Elea, Andreas Papamichael, erano anche quelli di avere dei serramenti in un materiale e in una tinta che fossero in contrasto con quelli della pietra scelta per gli esterni, così da risaltare e valorizzare entrambi gli elementi: pareti e finestre.

    Il committente ha scelto la serie Europa del catalogo Pavanello, una linea che si adatta perfettamente a costruzioni dalla personalità forte, realizzata completamente in legno e, in questo progetto, arricchita anche da persiane nella stessa essenza: ben 78 finestre che illuminano la splendida villa e ne tracciano le linee esterne.

    Trattandosi di una villa di prestigio si è preferito scegliere un legno pregiato che non rendesse troppo rustico il contesto: il mogano, e non abbiamo optato per il telaio a scomparsa, che in questo caso doveva farsi vedere bene, essendo il materiale di pregio ed elegante.

    villa-a-cipro-notte

    Il legno di mogano ci ha permesso di valorizzare ancora di più lo stile senza tempo della costruzione, che si armonizza con la natura circostante. Siamo felici di aver scelto Pavanello per il nostro progetto”, queste le parole del direttore Andreas Papamichael.

    In particolare, per quanto riguarda le persiane è stata una vera e propria sfida realizzarle, dal momento che si andavano a sormontare e bisognava ragionare bene su come aprirle. Sfida vinta grazie all’installazione a metà muro e non sull’esterno, con un plus in aggiunta: la particolarità delle cerniere a sbraccio e a scomparsa con il fermascuro integrato, così da evitare i classici fermascuri esterni decisamente antiestetici.

    È un orgoglio rappresentare l’eccellenza italiana all’estero e portare la propria esperienza in progetti che richiedono serramenti che possano garantire perfezione formale e prestazioni superiori.

     

     

    New call-to-action

     

    Conclusioni

    Al di là del caso specifico esaminato in questo articolo, gli infissi per la casa al mare, ricorda sempre che il dato da cui partire quando si richiede una consulenza per identificare il serramento più idoneo è capire dove questo va installato. Tutto, dalla progettazione alla realizzazione, alla posa in opera, va pensato per lo scopo finale. A partire infatti dal luogo di posizionamento della finestra ci sono tante cose da valutare: condizioni climatiche, criticità particolari, come vento, presenza di salsedine, ecc.

    E tu abiti in zone particolari? Se sì raccontaci la tua situazione e ti sapremo consigliare qual è la finestra più adatta alla tua specifica esigenza: troverai un ufficio competente, in grado di comprenderti, ascoltarti e, soprattutto, aiutarti a soddisfare le tue richieste.

    Richiedi una consulenza gratuita

    Scritto da: Marco Pavanello
    Dopo la laurea in marketing, inizia ad occuparsi del ramo commerciale dell’azienda di famiglia, capendo ben presto l’importanza della consulenza come fase indispensabile per garantire comfort e benessere abitativo ai propri clienti. Segue costantemente corsi di aggiornamento per migliorare la conoscenza dei materiali di costruzione e si occupa anche in prima persona della formazione dei distributori, partecipando a corsi e convegni pubblici con progettisti. Ama tutto ciò che è naturale e rispetta l’ambiente.

    Lascia un commento

    Diamo valore
    ad ogni finestra
    che creiamo

     

    Scegli la categoria e sfoglia gli articoli che più ti interessano