<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=121856988253632&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

>  Isolamento cassonetti finestre: il nemico sconosciuto dell'efficienza

ISOLAMENTO-CASSONETTI-FINESTRE--IL-NEMICO-SCONOSCIUTO-DELLEFFICIENZA

Migliorare l’efficienza energetica di un edificio non è impresa facile.

Tra i vari accorgimenti che è possibile adottare, agire sull’isolamento termico delle finestre è indubbiamene un ottimo punto dipartenza.

Tuttavia, durante la sostituzione dei serramenti, spesso e volentieri ci si dimentica di un fattore importantissimo nella buona riuscita dell’intervento: l’isolamento dei cassonetti finestre.

 

Isolamento cassonetti finestre: perché pensarci?

Il cassonetto delle finestre è un elemento che viene spesso sottovalutato perché si trova in alto e non ci si presta attenzione. Molte volte infatti, ci viene persino chiesto di cambiare le finestre senza sostituire i cassonetti; questo rappresenta un controsenso poiché anch’essi, come i serramenti, sono un punto critico per il passaggio di aria, freddo o calore.

Indubbiamente l’istallazione di finestre con caratteristiche più performanti garantirà maggiore soglia di comfort ambientale, ma questo non basta. I cassonetti della tapparella, soprattutto quelli più datati, sono composti da tavole di legno di uno spessore di pochi centimetri, se non meno. Talvolta queste tavole sottili di legno non sono nemmeno sigillate o non lo sono a dovere, il che permette all’aria di passare tra le fessure favorendo una dispersione più rapida del calore.

Ad oggi non solo è necessario sostituirli ma assicurarsi che i nuovi cassonetti, oltre ad avere un’efficace coibentazione, siano sigillati con apposita guarnizione per garantire la tenuta all’aria e agli spifferi tra un materiale e l’altro. Una cattiva coibentazione del cassonetto infatti porta ad avere un significativo ponte termico in prossimità della parte superiore del serramento, vanificando il tempo e il denaro speso in infissi moderni e termoisolanti.

È possibile quindi intervenire sostituendo totalmente il cassonetto oppure foderare quello già esistente, se ancora esteticamente valido. In questi casi sarà sufficiente coibentare il vano cassonetto ancora in buono stato andando ad inserire dei pannelli termici o materassini di materiale isolante (già presenti in quelli nuovi).

 

Scopri di più nel nostro blog sull’efficienza energetica:

 

Superbonus 110%: valido anche per l’isolamento cassonetti

Se stai pensando di ristrutturare i tuoi infissi e implementare soluzioni più isolanti e moderne per migliorare il comfort abitativo, il Superbonus 110% prevede degli incentivi fiscali anche in materia di sostituzione o coibentazione dei cassonetti delle tapparelle. 

Il Superbonus è una misura di incentivazione approvata dal Decreto Rilancio che permette ai cittadini di usufruire di interessanti agevolazioni fiscali per rendere le proprie abitazioni più sicure ed efficienti.

Le spese ammissibili per le quali spetta la detrazione comprendono anche la coibentazione o sostituzione dei cassonetti, nel rispetto dei valori limite delle trasmittanze previsti per le finestre comprensive di infissi. Inoltre, i materiali utilizzati per la sostituzione di un cassonetto devono possedere una certificazione CAM che attesti che i componenti con cui è fatto un isolante derivino principalmente da materiale di riciclo.

 

Scopri di più sulle enormi opportunità del Superbonus in questa guida gratuita!

scarica la guida gratuita

Marco Pavanello

Scritto da: Marco Pavanello

Dopo la laurea in marketing, inizia ad occuparsi del ramo commerciale dell’azienda di famiglia, capendo ben presto l’importanza della consulenza come fase indispensabile per garantire comfort e benessere abitativo ai propri clienti. Segue costantemente corsi di aggiornamento per migliorare la conoscenza dei materiali di costruzione e si occupa anche in prima persona della formazione dei distributori, partecipando a corsi e convegni pubblici con progettisti. Ama tutto ciò che è naturale e rispetta l’ambiente.

New call-to-action

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG