<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=121856988253632&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

   23/05/2018      Esperto Consiglia

>  Muffa intorno agli Infissi: come renderla un ricordo del passato

muffa-intorno-agli-infissi

Hai mai notato condensa e muffa intorno agli infissi? Questo fenomeno fisico è molto diffuso.

Si presenta in ambienti in cui l’aria calda e umida entra in contatto con una superficie più fredda, proprio come avviene di solito ai bordi dei vetri di una finestra o negli angoli delle pareti.

Ma come si forma questa muffa? E come evitarla?

Le stanze in cui la troviamo più spesso solo il bagno e la cucina, le stanze dove più facilmente si forma vapore. Se cerchi le cause, alla doccia si aggiungono la pentola con l’acqua che bolle, i panni che asciugano sullo stendino e inevitabilmente anche il nostro respiro.

La condensa è più frequente in inverno, stagione in cui riscaldiamo le nostre case e la differenza tra la temperatura interna e quella esterna è notevole.

Condensa e muffa vicino alle finestre

 

La condensa nella vetrocamera

Il fenomeno della condensa può presentarsi anche nella vetrocamera, cioè nella parte interna dei tuoi serramenti, in special modo quando questi hanno una canalina in alluminio che conduce in maniera più efficace la temperatura (dopo oro e rame, l’alluminio è il terzo miglior conduttore).

Il risultato è un serramento più sensibile al vapore e incapace di isolare gli ambienti interni della casa. Si formano dunque delle zone con temperature diverse, più fredde.

 

La reale causa della muffa intorno agli infissi

All’inizio la condensa potrebbe sembrarti un problema da poco. In fondo dai una pulita con uno straccio e tutto sembra risolto.

Ma in realtà il problema rimane, anche dopo aver tolto tutta la condensa.

Partiamo dall’inizio: le normali attività umane che facciamo in casa producono vapore. Pensiamo ai vestiti bagnati, all’acqua della pasta o più semplicemente al nostro respiro.

Tutto questo vapore resta in casa nostra.

Come si forma la muffa

 

Fin qui, non c’è nulla di pericoloso.

Ma ecco che cosa permette alla muffa di crearsi.

In alcuni punti della casa, specialmente negli angoli delle finestre o dei muri, si creano dei ponti termici. Si tratta di zone in cui l’aria ha una temperatura differente da quella dell’ambiente (come una stanza o il vetro di una finestra). I ponti termici si creano in zone con una bassa resistenza termica che non isolano adeguatamente l’abitazione. Spesso possono dipendere da difetti strutturali della casa o da un’installazione degli infissi poco efficiente.

Quando in questi punti l’aria diventa più fredda, accade qualcosa di particolare al vapore: passa dallo stato gassoso a quello liquido, formando condensa.

Si è creato il contesto ideale per la formazione della muffa.

 

Come evitare la muffa?

Per contrastare la formazione della muffa, bisogna evitare che si formino dei ponti termici.

Nel caso in cui questo sia difficile, c’è un altro modo: dovrai ridurre la produzione di umidità nella tua casa.

Per farlo, ti vogliamo dare 8 consigli che ti consentiranno di ridurre il vapore presente nella tua abitazione, evitando così la formazione della muffa sui muri.

 

8 consigli per evitare la condensa

Probabilmente hai già le mani fra i capelli, ma siamo qui per rassicurarti.

Sei ancora in tempo per salvare la situazione.

Ci sono dei semplici accorgimenti che puoi mettere in atto per vivere la tua casa al meglio riducendo la produzione di vapore.

 

1 - Arieggia frequentemente

Ricambiare spesso l’aria all’interno delle stanze permette di ristabilire la corretta temperatura interna eliminando le zone più fredde.

 

2 - Chiudi le porte mentre cucini o ti lavi e tieni contemporaneamente acceso un aeratore

In questo modo ridurrai la quantità di vapore presente in casa, diminuendo le probabilità di formazione della muffa, anche in presenza dei ponti termici.

 

3 - Sostituisci le pitture non traspiranti

Una pittura traspirante consente di ridurre le differenze di temperatura ed equilibrare le zone fredde.

 

4 - Comincia a utilizzare un deumidificatore

Specialmente in inverno. Si tratta di una soluzione che non previene il problema ma lo elimina temporaneamente.

 

5 - Mantieni una temperatura costante

Attorno ai 20°. Evitare grandi variazioni di temperatura diminuirà la probabilità del formarsi della muffa.

 

6 - Evita di tenere troppe piante in casa

Le piante producono vapore, che si andrà ad accumulare a quello già prodotto dalle normali attività.

 

7 - Quando asciughi i vestiti appena lavati, apri le finestre o utilizza dei deumidificatori

In questo modo eviterai che si accumuli troppo vapore nelle stanze, diminuendo la possibilità di creare muffa in presenza di ponti termici.

 

8 - Attenzione quando sostituisci i tuoi vecchi infissi

Spesso dopo il cambio delle finestre puoi trovare ancora il problema della muffa. Questo avviene perché prima le finestre spifferavano, quindi cambiavano aria continuamente e dunque non si formava il vapore. Con gli infissi nuovi si risolve il problema degli spifferi e quindi del freddo indesiderato, ma il problema della produzione del vapore rimane.

La soluzione è ristabilire un ricambio d’aria corretto, e lo puoi fare in due modi: arieggiando spesso oppure dotandosi di un dispositivo di ventilazione meccanica controllata. Quest’ultima soluzione è ancora meglio del classico deumidificatore perché cambia continuamente l’aria all'interno degli ambienti senza modificare la temperatura dell’ambiente.

Condensa e muffa: 8 consigli per evitarla

 

Infissi ad alta efficienza energetica

Gli infissi perfetti in casi come questo sono quelli in legno, perché respirano come dei veri e propri polmoni e assorbono l’umidità in eccesso, migliorando la qualità dell’aria.

Tutti i nostri rivenditori sono pronti ad analizzare la tua situazione, suggerendoti una soluzione ideale e su misura. I nostri infissi ad alta efficienza energetica uniti ai consigli contenuti nel nostro Manuale di Istruzioni e Manutenzione ti permetteranno di dimenticare per sempre le disavventure con muffa e condensa.

 

Ti sei convinto che la soluzione migliore per te è la sostituzione delle finestre? Allora abbiamo una sorpresa per aiutarti nella scelta del modello ideale.

 

Scarica la nostra checklist, scopri le cose da tenere in considerazione nella scelta, valuta le alternative e trova la collezione Pavanello più adatta.

New call-to-action

Federica Pavanello

Scritto da: Federica Pavanello

Dopo aver terminato gli studi classici, entra a tutti gli effetti nell’Azienda di famiglia e, affiancando il padre Lauro, impara ben presto come scegliere le migliori materie prime al fine di garantire la massima qualità del prodotto finito. Frequenta periodicamente corsi di formazione e aggiornamento per offrire al cliente un prodotto moderno e allo stesso tempo duraturo. Ama la disciplina, il nuoto e la cucina.

New call-to-action

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG